Area riservata

27 Gennaio 2012

14 mila euro di risarcimento per tutti i passeggeri

Dopo una lunga e serrata trattativa tra le Associazioni dei Consumatori, tra cui anche la Casa del Consumatore, e Costa Crociere svoltasi presso la sede di ASTOI Confindustria Viaggi, si è finalmente giunti ad un accordo per quanto riguarda i rimborsi per i passeggeri coinvolti nella tragedia del naufragio.

La somma totale tra rimborsi e risarcimenti per ogni passeggero ammonta a circa 14.000 euro.

L’accordo prevede, infatti:

- il rimborso integrale del valore della crociera, comprensivo delle tasse portuali;

- il rimborso dei transfer aerei e bus, inclusi nella pratica crociera;

- il rimborso totale delle spese di viaggio sostenute per il rientro;

- il rimborso di eventuali spese mediche sostenute;

- il rimborso delle spese sostenute durante la crociera.

Costa si è impegnata altresì a non dedurre, da tale cifra, quanto eventualmente percepito dai clienti per rimborsi assicurativi legati a polizze individualmente stipulate.

I imborsi sopra elencati assommano ad una cifra media di 3.000 euro a passeggero.

- un importo forfettario di euro 11.000 a persona a titolo di indennizzo, a copertura di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, ivi inclusi quelli legati alla perdita del bagaglio e degli effetti personali, al disagio psicologico patito ed al danno da vacanza rovinata;

Tale importo verrà riconosciuto indipendentemente dall’età del passeggero, considerando anche i bambini, sebbene non paganti. Un nucleo familiare composto da due persone, in aggiunta a quanto sopra elencato, ad esempio, vedrà quindi riconosciuto un importo forfettario di euro 22.000, così come un nucleo familiare di due adulti e due bambini arriverà ad euro 44.000.

Vi ricordiamo che per aderire al Comitato per la tutela dei passeggeri ed essere tutelati per ottenere il giusto risarcimento per l'accaduto potete contattarci al numero verde 800 168 566 o scrivere a ctv@casadelconsumatore.it.

L'adesione al Comitato è gratuita.

La Casa del Consumatore ha messo a disposizione anche un modello di lettera da inviare alla compagna per richiedere il risarcimento dei danni patiti a causa del naufragio. Dovete compilare e inviare il reclamo allegato a questo articolo con raccomandata a/r al tour operator che ha organizzato il viaggio.

Noi abbiamo indicato la società Costa Crociere, che vende ordinariamente i pacchetti turistici di crociera. Vi consigliamo però di verificare se anche nel vostro caso il tour operator che ha organizzato il viaggio è la Costa Crociere o altro soggetto. In tal caso, inviate la raccomandata sia a Costa Crociere che al vostro tour operator. Per evitare il rischio di contestazioni, dovete spedire la raccomandata entro dieci giorni lavorativi (quindi non si deve contare la domenica) dalla data del vostro rientro. Ricordatevi di conservare tutti i documenti relativi al contratto di viaggio e alle spese sostenute (es. fatture e scontrini), sempre che siano ancora in vostro possesso. In caso di decesso, la lettera deve essere spedita dagli eredi.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design