Area riservata

27 Gennaio 2012

Raggiunto accordo tra il Comitato Naufraghi Concordia e Costa Crociere per il risarcimento dei danni ai passeggeri

Finalmente una buona notizia per le numerose vittime della tragedia della Costa Concordia: dopo una lunga e serrata trattativa si è giunti ad un accordo per quanto riguarda i rimborsi e i risarcimenti per i passeggeri coinvolti.

L’accordo prevede non solo i rimborsi per i danni patrimoniali ma anche quelli per danno esistenziale e riguarderanno tutti i passeggeri, anche quelli di nazionalità straniera.

Grazie all’accordo raggiunto dal Comitato Naufraghi Concordia, di cui fa parte anche la Casa del Consumatore e di cui il presidente Ferrari coordina il gruppo di associazioni di consumatori aderenti, i passeggeri avranno diritto ad un:

- rimborso integrale del valore della crociera, comprensivo delle tasse portuali;

- rimborso dei transfer aerei e bus, inclusi nella pratica crociera;

- rimborso totale delle spese di viaggio sostenute per il rientro; rimborso di eventuali spese mediche sostenute;

- rimborso delle spese sostenute durante la crociera.

Costa si è impegnata altresì a non dedurre, da tale cifra, quanto eventualmente percepito dai clienti per rimborsi assicurativi legati a polizze individualmente stipulate.

I rimborsi sopra elencati assommano ad una cifra media di 3.000 euro a passeggero.

- importo forfettario di euro 11.000 a persona a titolo di indennizzo, a copertura di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, ivi inclusi quelli legati alla perdita del bagaglio e degli effetti personali, al disagio psicologico patito ed al danno da vacanza rovinata;

La somma totale tra rimborsi e risarcimenti si situa quindi a 14.000 euro a passeggero.

L’importo forfettario concordato a titolo di risarcimento è superiore ai limiti risarcitori previsti dalle convenzioni internazionali e dalle leggi vigenti. Tale importo verrà riconosciuto indipendentemente dall’età del passeggero, considerando anche i bambini, sebbene non paganti. Un nucleo familiare composto da due persone, in aggiunta a quanto sopra elencato, ad esempio, vedrà quindi riconosciuto un importo forfettario di euro 22.000, così come un nucleo familiare di due adulti e due bambini arriverà ad euro 44.000.

In concomitanza, la Compagnia avvierà altresì la restituzione di tutti i beni presenti nelle casseforti delle cabine, ove sia possibile il recupero.

L’intera proposta non riguarda le famiglie delle vittime ed i passeggeri feriti, per i quali è stato necessario effettuare trattamenti sanitari in loco. Per costoro l’indennizzo terrà conto della gravità del danno subito dai singoli individui.

E’ stato inoltre convenuto che la Compagnia offra l’opportunità di cancellare senza penali le crociere prenotate prima del drammatico evento, su tutte le proprie rotte, entro il 7 febbraio.

Le Associazioni dei consumatori non percepiranno alcun tipo di remunerazione per tutte le attività legate all’accordo raggiunto.

Per informazioni, consigli e per aderire al Comitato è possibile chiamare il numero verde 800.168.566 o scrivere al Comitato alla mail ctv@casadelconsumatore.it

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design