Area riservata

08 Novembre 2012

Arriva l’Iva al 21% sulle cartelle esattoriali

Una notizia passata inosservata, tanto che molti cittadini ancora non se ne sono accorti, ma dal 20 ottobre scorso, su tutte le cartelle esattoriali pagate a Equitalia, i consumatori stanno già versando l’Iva del 21% che prima, invece, non pagavano.

Cartelle esattoriali quindi ancora più salate grazie al Decreto Sviluppo, che ha previsto una norma specifica tale per cui sulla percentuale del 9% dell’importo di ogni cartella esattoriale che viene versata a Equitalia (quale compenso per la sua attività), ora viene calcolata anche l’Iva al 21%, che prima non veniva pagata, in quanto le cartelle esattoriali erano esenti dall’imposta.

Per capire meglio, facciamo quindi un esempio: se l’importo della cartella esattoriale è di 109 euro, il 9% di tale importo (i 9 euro) viene versato ad Equitalia e, da oggi, su questo 9% viene anche calcolata l’Iva al 21% (che finirà, invece, nelle casse dello Stato) quindi in totale, la cartella esattoriale che si dovrà pagare sarà maggiorata di un ulteriore 1,89 €.

Un ulteriore tassa quindi in aggravio delle tasche già povere dei consumatori.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design