Area riservata

09 Settembre 2013

Dal 1° settembre novita' per i clienti morosi

Importanti novità nel settore dell’energia elettrica e gas. Dal primo settembre infatti, le aziende non potranno più sospendere la fornitura ai clienti morosi, se prima non avranno provveduto ad inviare la relativa comunicazione in tempo utile affinché il cliente, in ritardo col pagamento, possa regolarizzare la propria posizione.

Ciò significa che, prima di vedersi staccata la fornitura di luce e/o gas, i consumatori dovranno ricevere una raccomandata con la comunicazione di messa in mora, in cui sia evidenziata chiaramente la data precisa del giorno d’emissione della comunicazione di costituzione in mora.

Se ciò non accade gli utenti hanno diritto a ricevere degli indennizzi in bolletta:

- 30 euro nel caso di sospensione senza invio di raccomandata;

- 20 euro nel caso di invio oltre i tempi previsti.

Inoltre, sempre nei casi di messa in mora, al cliente non potrà essere richiesto il pagamento di alcun ulteriore corrispettivo dovuto alla sospensione o riattivazione della fornitura.

Questo è quanto ha stabilito l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, per cercare di aiutare i sempre più numerosi clienti morosi, che purtroppo a causa della crisi e degli aumenti in bolletta, si trovano a pagare le forniture in forte ritardo rispetto alle scadenze.

Ricordiamo inoltre che, coloro che avessero problemi con le bollette dell’energia elettrica e il gas, possono contattare la Casa del Consumatore per assistenza, consulenza, informazioni, consigli e aiuto.

La Casa del Consumatore, infatti, nell’ambito del progetto “Energia: diritti a VivaVoce” ha attivato tre sportelli a Milano, Genova e Roma. Per maggiori informazioni, è possibile contattare l’Associazione allo 02/76316809, oppure consultare la pagina dedicata al progetto.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design