Area riservata

28 Gennaio 2014

Con le offerte del libero mercato è possibile risparmiare fino al 14% sulle tariffe del gas.

Molte famiglie italiane si chiedono come risparmiare sulla fornitura di energia, per chiarirsi le idee è possibile mettere le tariffe gas e riscaldamento più convenienti a confronto così da iniziare da subito a risparmiare sulle bollette. L’Osservatorio SuperMoney ha posto questo quesito al centro del suo ultimo studio sui consumi di energia domestica e ha messo a confronto le offerte del libero mercato con quelle del servizio di maggior tutela. L’analisi ha preso in considerazione tre diverse fasce di consumo e ha elaborato i dati per tutte le regioni italiane. Ecco come e dove si risparmia di più.

Secondo lo studio dell’Osservatorio SuperMoney, portale online che permette di confrontare le offerte di luce e gas accreditato Agcom, le tariffe più convenienti per la fornitura di gas domestico sono quelle proposte dagli operatori del mercato libero dell’energia che permette, in alcune regioni, di risparmiare fino al 14% rispetto alle tariffe del servizio di maggior tutela. Le regioni dove il risparmio è più consistente sono la Basilicata, la Campania e il Lazio. Ma vediamo ora nel dettaglio i risultati della ricerca.

Come detto, gli analisti di SuperMoney hanno preso in considerazione tre diversi profili di cliente e tre diverse fasce di consumo: una coppia senza figli che consuma 1150 m3 di gas l’anno, un pensionato che abita da solo e consuma 700 m3 annui e una famiglia con figli che utilizza fino a 1400 m3 di gas annui. I prezzi delle tariffe del gas, ovviamente, variano a seconda della regione di residenza, ma la convenienza delle offerte del libero mercato è confermata praticamente ovunque.

Facendo una media delle tre fasce di consumo messe a confronto, è stato calcolato che con gli operatori privati è possibile risparmiare fino al 14,43%. Il prezzo più vantaggioso, in rapporto alle tariffe di maggior tutela, è quello trovato in Basilicata, mentre sugli altri gradini del podio ci sono la Campania (fino al 13,22% di risparmio) e il Lazio (12,57%). La migliore offerta, in queste tre regioni, è quella di Enel Energia con “e-light” che propone in Basilicata 794,36 euro l’anno, in Campania 879,06 euro e nel Lazio 932,76 euro.

Nelle stesse regioni il servizio di maggior tutela ha prezzi che vanno dai 927,33 euro della Basilicata ai 1.065,93 del Lazio. Nelle altre regioni italiane il libero mercato presenta sempre le tariffe più convenienti a confronto col servizio di maggior tutela, sebbene la differenza di prezzo sia meno consistente e il risparmio si assesti attorno al 4% di media. A parte Basilicata, Campania e Lazio la migliore offerta nelle restanti regioni risulta essere quella di Gas Natural Vendita.

“Lo studio dimostra che tutti, dal pensionato alla famiglia, possono risparmiare sulla bolletta del gas scegliendo con attenzione la tariffa più conveniente – ha dichiarato Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney – Anche se in alcune regioni la riduzione dei costi è sicuramente più contenuta, il confronto delle offerte del mercato libero con il servizio di maggior tutela non lascia dubbi sulla maggiore convenienza dei primi sui secondi”.

Dal 2007, lo ricordiamo, è possibile scegliere fra le offerte degli operatori del mercato libero dell’energia oppure le tariffe del servizio di maggior tutela che propone prezzi indicizzati ogni tre mesi dall’AEEG. Per trovare la proposta più conveniente per le proprie esigenze il segreto è confrontare prezzi e prodotti.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design