Area riservata

18 Febbraio 2015

importante successo contro i costi di disattivazione delle linee telefoniche

La lotta intrapresa dalla Casa del Consumatore contro i costi di disattivazione addebitati dalle compagnie telefoniche, ha portato i suoi frutti, a giudicare dalle ultime indiscrezioni sui contenuti della bozza del Ddl Concorrenza.

Sembra infatti che il Governo abbia recepito le richieste della raccolta firme promossa dalla nostra Associazione, di vietare l’addebito da parte degli operatori telefonici in caso di chiusura del contratto o passaggio ad altro operatore.

Nel testo, infatti, uno specifico articolo è dedicato all’eliminazione dei vincoli per il cambio di operatore telefonico, televisivo e di servizi internet.

In particolare è prevista la modifica al testo della legge Bersani, così come richiesto dalla Casa del Consumatore affinché i contratti stipulati permettano al cliente di recedere dal contratto o di trasferire le utenze presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi e senza spese o penali.

Si tratta di un importante successo per la nostra Associazione” dichiara l’avv. Giovanni Ferrari, presidente della Casa del Consumatoreche da un anno sta portando avanti la battaglia contro tali costi indebitamente e ingiustificatamente addebitati dalle compagnie. In questi mesi abbiamo raccolto con la nostra campagna più di 5.000 firme per l’abolizione dei costi di disattivazione e per l’inserimento di questa modifica nel testo del Ddl Concorrenza. Pertanto ci fa piacere che il Governo abbia deciso di intraprendere questa strada e speriamo che la modifica venga approvata in via definitiva”.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design