Area riservata

15 Maggio 2015

Il dispositivo impedisce l’accensione del motore in caso di superamento dei limiti sul tasso alcolemico. Sgravi sull’Rc auto per chi lo installa

Ancora novità nel settore Rc auto. Il nuovo corso italiano ed europeo è all’insegna della sicurezza e dell’intransigenza nei confronti degli irresponsabili, come dimostrano le ultime novità di legge sull’omicidio stradale.

L’Unione Europea lancia Alcolock, il dispositivo studiato per impedire ai guidatori con un tasso alcolemico superiore alla soglia di legge di mettersi al volante, impedendo l’accensione del motore.

Tempistiche e procedure

Oggi, venerdì 15 maggio 2015, è entrata in vigore la direttiva europea 2015/653 che regolamenta applicazione e procedure relative al nuovo dispositivo. Secondo quanto stabilito, anche le compagnie di assicurazione Rc auto italiane saranno chiamate a offrire Alcolock tra i propri servizi entro il 1° gennaio 2017.

La tecnologia per la sicurezza al volante non avrà carattere obbligatorio bensì sarà proposta come una soluzione in più per i guidatori in sede di stipula della propria polizza Rc auto. Secondo quanto stabilito, infatti, sono previste sostanziali riduzioni sul costo dell’assicurazione per gli automobilisti che decideranno di installare Alcolock sulla propria vettura, secondo le stesse modalità già previste per la scatola nera. Tutte le compagnie appartenenti all’Unione Europea dovranno obbligatoriamente mettere a disposizione dei consumatori tale soluzione.

Come funziona Alcolock

Il funzionamento è piuttosto semplice: l’installazione di Alcolock impone che l’accensione del veicolo sia vincolata al superamento dell’alcoltest effettuato tramite l‘apparecchiatura. Prima di mettersi alla guida, chi ha montato l’accessorio all’interno della propria macchina sarà tenuto a soffiare all’interno di Alcolock prima di procedere con la guida. In tal modo è possibile misurare il tasso alcolemico del guidatore e solo in caso di superamento del test sarà possibile procedere al’accensione, in caso contrario il motore resterà spento.

Alcolock non è una tecnologia nuova in quanto è stato brevettato già da diversi anni. Solo nell’ultimo periodo, tuttavia, l’UE ha deciso di agire per l’inserimento del dispositivo all’interno di un quadro normativo ben preciso, focalizzando con maggior intensità l’attenzione sul tema della sicurezza stradale e sulla diffusa pratica da parte dei cittadini di mettersi alla guida del proprio mezzo in condizioni di scarsa lucidità.

In Italia la guida in stato di ebbrezza è punita, secondo quanto previsto dall’articolo 187 del Codice della Strada, con un’ammenda compresa tra i 1.500 e i 6.000 euro e la reclusione per un periodo compreso fra i 6 e i 12 mesi.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design