Area riservata

11 Settembre 2015

Da marzo 2016 potrebbero tornare le penali sull’estinzione anticipata del mutuo e la surroga. Il motivo? L’adeguamento alla normativa europea

Brutte notizie per chi sta comprando casa: dal 2016 potrebbero tornare le penali per l’estinzione anticipata del mutuo e la surroga. Un provvedimento che, se dovesse essere approvato, ci riporterebbe indietro di quasi 10 anni, cancellando i benefici ottenuti gradualmente con la Legge Bersani.

Mai come in questo momento, quindi, il consiglio che ci sentiamo di dare alle giovani coppie è di scegliere un mutuo prima casa vantaggioso, in modo da ridurre al minimo il rischio di doverlo poi surrogare.

Penali su estinzione anticipata del mutuo per armonizzare la legislazione

L’Italia ha tempo fino al 21 marzo 2016 per recepire la Direttiva UE nella quale c’è scritto che "gli Stati membri possono prevedere che il creditore abbia diritto, laddove giustificato, a un indennizzo equo e obiettivo per gli eventuali costi direttamente connessi al rimborso anticipato [del mutuo]". Una frase che sembra non lasciare spazio a dubbi: le penali su estinzione anticipata del mutuo e surroga torneranno. Ma perché tutto questo? Per armonizzare la legislazione europea in fatto di mutui o, per lo meno, armonizzare i profitti delle banche dei vari Paesi aderenti. Già, perché non è che questa Direttiva porti dei grandi vantaggi per i consumatori, anzi.È assurdo che chi, da ottimo pagatore, scelga di rimborsare anticipatamente il proprio finanziamento debba pagare delle penali per poterlo fare.

La Direttiva UE, inoltre, prevede la possibilità per le banche di proporre “pacchetti” di prodotti, subordinando ad esempio la richiesta del mutuo alla sottoscrizione di una polizza o di un piano pensionistico presso di loro. Una decisione che contribuirebbe sì a ridurre le sofferenze bancarie, ma che andrebbe del tutto a scapito del consumatore e di una vantaggiosa concorrenza tra istituti bancari.

Vanificati i benefici della Legge Bersani

L’abolizione progressiva delle penali su estinzione anticipata del mutuo e surroga risale al 2007 grazie alla Legge Bersani, voluta dall’allora Ministro per lo Sviluppo Economico, Pier Luigi Bersani. Un provvedimento che aveva lo scopo di favorire la concorrenza tra banche e la mobilità dei clienti.

La surroga, infatti, permette a chi lo desidera di trasferire il proprio mutuo presso un’altra banca a condizioni più vantaggiose. Un modo quindi per offrire al consumatore prodotti più convenienti e competitivi, ma che, invece di essere esportato nel resto d’Europa, viene abolito anche in Italia.

Conseguenze negative per il mercato delle surroghe

Se l’adeguamento alla normativa UE dovesse diventare effettivo, la cosa potrebbe frenare drasticamente il mercato delle surroghe, l’unico comparto ad aver contribuito a ridare al settore mutui un po’ di dinamicità in questi ultimi anni. Il comparto surroghe, infatti, vale da solo il 60% dell’intero mercato dei mutui casa. Cosa succederà se questo provvedimento verrà approvato? Un brutto salto indietro nel tempo, ecco cosa.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design