Area riservata

04 Febbraio 2016

Gli italiani alla fine dell’anno beneficeranno di un risparmio complessivo di circa 60 euro per nucleo familiare

Tira un buon vento per i consumatori italiani in termini di consumi di energia elettrica e di gas. Sulla scia dei dati diffusi dall’Istat - la cui indagine ha visto scivolare i consumi energetici dell’Italia al di sotto del tetto delle medie europee - arriva un’altra buona notizia: dal primo gennaio del 2016 le bollette legate ai consumi di energia elettrica e di gas nel Belpaese mettono a segno un doppio ribasso che, secondo le previsioni, proseguirà fino alla fine dell’anno.

Per approfittare di questo calo conviene mettere a confronto le offerta di luce e gas su SuperMoney, unico comparatore di tariffe online accreditato all’Agcom.

Calano le bollette nel 2016, focus su famiglie e piccoli consumatori

A scattare la fotografia sull’andamento delle bollette che nell’anno saranno meno care è stata l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Nel dettaglio L’AEEGSI mette nero su bianco le previsioni per il prossimo anno che parlano del risparmio di energia. Nel report si forniscono dettagli specifici in merito all’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento sia per il calcolo dei consumi dei nuclei familiari sia anche per il calcolo dei consumi dei piccoli consumatori e accende i riflettori in particolare sui primi tre mesi del 2016.

Per ogni nucleo familiare, secondo quanto riportato, si prevede infatti che le bollette della luce si ridurranno dell’1,2% anno su anno. Segnali ancora più positivi arriveranno invece dalle bollette del gas che registreranno una discesa più ripida. Per ogni nucleo familiare infatti si prevede che la diminuzione dei costi sulla bolletta del gas si attesterà a quota 3,3 per cento anno su anno.

Il risparmio sulla bolletta della luce e sulla bolletta del gas, archiviati i 12 mesi dell’anno, complessivamente farà risparmiare ad ogni nucleo familiare in media la somma di 60 euro rispetto ai costi medi sostenuti nell’anno precedente.

Segno meno per i consumi di energia in Italia, i numeri

Quanto al consumo di energia elettrica, nello specifico, ogni nucleo familiare sosterrà una spesa che sfiorerà quota 505 euro complessivi nell’arco temporale che va dal primo aprile 2015 al 31 marzo 2016. Le bollette relative ai consumi di energia elettrica dunque nel periodo considerato accuseranno un calo dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente ossia nel periodo compreso tra il primo aprile 2014 e il 31 marzo 2015. In termini monetari, il risparmio ammonterà a circa 7 euro per nucleo familiare sull’anno considerato. I risparmi maggiori si registreranno in termini di consumo di gas: nel periodo preso in considerazione, la spesa di ogni nucleo familiare si attesterà in media attorno a quota 1.093 euro, con una diminuzione di 4,4 punti percentuali anno su anno. In questo caso, il risparmio sarà molto più consistente in quanto ai risparmi previsti per il termine dell’anno in corso, si affiancheranno ulteriori cali. In termini di consumo di gas infatti il calo si attesterà attorno a quota 50 euro già nell’arco temporale compreso tra il primo aprile 2015 e il 31 marzo 2016.

Ricordiamo infine che La Casa del Consumatore pubblica ogni quindici giorni sul Blog del Consumatore, Caro-luce, la classifica delle offerte elettriche più convenienti, elaborata sulla base delle offerte pubblicate sul sito del Trovaofferte dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design