Area riservata

18 Marzo 2016

Se non sai come difenderti dalle truffe sui contratti di energia, leggi i nostri suggerimenti

Se sei alla ricerca di una tariffa di energia sempre più vantaggiosa che ti faccia risparmiare sul costo della bolletta, dobbiamo metterti in guardia ricordandoti di non inciampare in qualche truffa. Le truffe riguardanti la vendita di contratti sono sempre più frequenti. Cosa succede? Accade che i truffatori in questione tentano di attirare, e ci riescono, la tua attenzione e per farlo si servono di un’arma molto accattivante: prezzi vantaggiosi. Queste offerte, che si rivelano essere apparentemente convenienti, in realtà sono delle vere e proprie trappole con un unico obiettivo: fare soldi a discapito dei consumatori. Servendoci dei consigli degli esperti di SuperMoney, ti spiegheremo come difendersi dalle truffe sui contratti di luce e gas.

Come avviene la truffa sul contratto?

La prima cosa che devi sapere è che il truffatore, la maggior parte delle volte, veste i panni di addetto alle vendite. Si presenta alla porta di casa tua e ti parla della convenienza unica e iperbolica dell’offerta che sta per proporti. Non lasciarti abbindolare per nessuna ragione al mondo e ricorda che non è consuetudine delle grandi aziende fornitrici di energia adottare questa modalità di vendita. In alternativa il truffatore, sempre sull’uscio della tua porta di casa, ti farà credere che l’operatore di energia con cui hai firmato il contratto sta per fallire o ancora peggio sta per aumentare notevolmente le tariffe per la fornitura di luce e gas. Ma non finisce qui perché alcuni scaltri truffatori ti “rubano” l’identità: utilizzano i tuoi dati anagrafici, il tuo Iban e falsificano la tua firma sui contratti di energia per stipulare a tuo nome un contratto, ovviamente a tua insaputa.

Nel caso in cui fossi vittima della truffa sui contratti energia non richiesti, puoi rivolgerti agli sportelli dell'energia di Casa del Consumatore, presenti a Milano, Roma e Genova, dove il personale esperto dell'Associazione, ti spiegherà come far valere i tuoi diritti e tutelarti in questi casi, grazie al progetto "Energia: diritti a VivaVoce", oppure contattando direttamente l'AEEGSI, Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.

Come difendersi dalle truffe sui contratti di energia

Nel caso in cui alla tua porta si presenti il falso addetto alle vendite, ricordati di richiedere il riconoscimento tramite tesserino. Anche in questo caso, tuttavia, è bene prestare attenzione perché potrebbe essere contraffatto. Inoltre ricordati di non rilasciare a nessuno i tuoi dati anagrafici, la tua firma, e in particolar modo tutti i dati e codici del tuo conto corrente. Nel caso in cui qualcuno firmi un contratto al tuo posto, però non disperare perché innanzitutto la compagnia energetica è solita chiedere conferma via telefono o via e-mail del tuo contratto. In questo modo tu potrai porre rimedio alla truffa chiedendo, via raccomandata al nuovo operatore, la disdetta del contratto entro 14 giorni successivi alla firma del contratto da parte dei tuffatori.

Un’altra informazione utile è che la firma del contratto non ha validità se la compagnia energetica non ha chiesto conferma ai potenziali nuovi clienti con una telefonata o una lettera. Inoltre, nel caso in cui si sia firmato il contratto, è possibile esercitare il proprio diritto di recesso entro 14 giorni con comunicazione tramite raccomandata a/r al nuovo operatore.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design