Area riservata

25 Ottobre 2016

Rent to buy: i vantaggi e gli svantaggi

Nell’ambito del progetto New buy, realizzato da Codici, Casa del Consumatore, Codacons e Casa Consum e finanziato con il contributo di Regione Lombardia, oggi vi parliamo dei vantaggi e degli svantaggi del rent to buy.

Il rent to buy è una nuova forma contrattuale, con cui il venditore consegna subito l’immobile al compratore per un tempo fissato dal contratto stesso, a fronte del pagamento di un canone. Al termine del contratto, il potenziale compratore potrà decidere se acquistare il bene, dal cui prezzo finale verrà detratta la somma delle parti di canone imputabile alla vendita.

Alla stipula del contratto, sarà quindi necessario dividere il totale del canone in due distinte parti; una da imputare all’utilizzo del bene e l’altra che invece costituirà l’anticipo per la futura vendita.

Il rent to buy è stato introdotto per ovviare alla crisi del mercato immobiliare, dove i potenziali acquirenti hanno sempre più difficoltà a reperire la liquidità necessaria attraverso i canali tradizionali.

Come ogni contratto, anche il rent to buy ha dei vantaggi e degli svantaggi per entrambe le parti coinvolte.

I vantaggi

Per il venditore:

- il mantenimento della proprietà dell’immobile fino al pagamento del prezzo convenuto;

- l’incasso del canone alla scadenza prevista;

- la possibilità di un contratto che permetta l’incasso del suddetto canone ma soggetto ad una disciplina meno vincolante rispetto alla normale locazione.

Per il compratore:

- la possibilità di opporre al terzo acquirente il rapporto di utilizzo per effetto della trascrizione;

- l’obbligo del proprietario alla cessione dell’immobile, in caso di offerte da parte di altri soggetti;

- la mancanza di un obbligo all’acquisto del bene alla fine del periodo previsto dal contratto;

- il carico dei costi della sola manutenzione ordinaria;

- la mancanza di costi di carico fiscale (imposte dirette e locali).

Gli svantaggi

Per il venditore:

- non potrà imporre l’obbligo di acquisto al compratore;

- dovrà rivolgersi all’autorità giudiziaria per recuperare la disponibilità dell’alloggio in caso di mancata restituzione da parte del conduttore con una procedura che, ad oggi, ha ancora tempi molto lunghi;

- l’impossibilità di usufruire delle agevolazioni sulla prima casa in caso di acquisto di una nuova abitazione;

- il carico per i costi di manutenzione straordinaria e per le imposte dirette e locali.

Per il compratore:

- l’esclusione dalla tutela per i contratti di locazione (poiché il rent to buy si configura come una forma contrattuale diversa);

- la perdita della parte dei canoni da imputare al prezzo di acquisto nella quantità stabilita dal contratto, in caso di mancato esercizio del diritto di acquisto del bene.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti potete contattare Casa del Consumatore al numero 0276316809 o scrivere a: info@casadelconsumatore.it.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design