Area riservata

11 Novembre 2016

Non hai un box privato e parcheggi spesso la tua auto allo scoperto? Allora una polizza auto per eventi naturali potrebbe tornarti utile

Fra le garanzie accessorie che è possibile richiedere in aggiunta alla tradizionale rca, la polizza auto per eventi naturali è fra quelle meno gettonate nel nostro paese. Si tratta infatti di un’assicurazione facoltativa, la cui sottoscrizione è a totale discrezione dell’automobilista assicurato.

Nonostante l’Italia non risulti nella graduatoria dei paesi a maggior rischio per calamità naturali, se non disponi di un box privato per la tua vettura e sei solito parcheggiarla in strada, l’assicurazione auto per eventi atmosferici si potrebbe rilevare particolarmente utile in caso di danni causati da avvenimenti climatici avversi.

Vediamo quindi di seguito come funziona questa rc auto e quali sono i danni risarciti dalla compagnia assicurativa per accadimenti atmosferici. Qualora volessi ricevere più dettagli su questo prodotto assicurativo troverai in questa guida sulla polizza eventi atmosferici tutte le informazioni in merito ai suoi vantaggi e ai suoi costi.

Che cosa copre la polizza auto per eventi naturali?

Come dicevamo, una polizza per eventi naturali può rapresentare un’aggiunta preziosa alla tua rca se non hai la possibilità di parcheggiare la tua vettura in un ricovero al chiuso e se abiti in una zona soggetta a imprevisti atmosferici come frane, trombe d’aria, precipitazioni nevose, ecc.

Sottoscrivere questa assicurazione ti permette di tutelare la tua auto (e te stesso) da eventuali danni, come ad esempio quelli al parabrezza dal crollo di un albero per forte vento o grandinate. In particolare, gli episodi atmosferici coperti da questa polizza accessoria sono i seguenti:

• bufere

• trombe d’aria

• uragani

• alluvioni

• inondazioni

• frane

• valanghe

• grandinate

• neve

• ghiaccio

Restano invece scoperti dall’rca i danni causati dagli incendi inquanto si tratta di eventi coperti dalla polizza furto e incendio.

Come funziona il risarcimento danni?

Una volta chiariti quali siano gli eventi atmosferici coperti da questa garanzia accessoria, vediamo di capire come abbia luogo il rimborso dei danni e quale sia la sostanza del risarcimento.

Innanzitutto, la polizza per eventi naturali copre le spese di riparazione della vettura causate dal cataclisma, anche in caso di totale distruzione del veicolo. A tal proposito sappi però che la compagnia ti rimborserà il corrispettivo del valore commerciale dell’automobile al momento in cui si è verificato il misfatto e non il suo valore d’acquisto.

Ti ricordiamo inoltre che prima di sottoscrivere un’assicurazione di questo tipo è sempre buona cosa controllare se nel contratto sono presenti delle clausole per scoperto, ovvero se la compagnia assicurativa prevede che una quota rimanga comunque a tuo carico in caso di eventi atmosferici dannosi. Infine, fai attenzione anche alle eventuali clausole a premio fisso che prevedono un risarcimento danni fino a un massimale fissato durante la stipula del contratto.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design