Area riservata

27 Dicembre 2016

Alcuni consigli per uno shopping sicuro e conveniente

Sta per cominciare un nuovo anno e, come sempre, ecco in arrivo i saldi invernali! Quest’anno, il giorno d’inizio, per tutte le regioni italiane, è il 5 gennaio. Spesso, i compratori aspettano questo periodo per poter acquistare risparmiando ma anche i commercianti fanno affidamento sugli sconti per poter vendere di più. Non tutti, però, lo fanno in maniera corretta e trasparente.

Per questo, ci sono alcuni accorgimenti da seguire perché il vostro shopping sia davvero conveniente:

- la merce in saldo deve essere identificabile da cartelli e separata dal resto della merce non in saldo, così che il consumatore possa distinguerla con facilità e capire quale prezzo pagherà alla cassa;

- la merce in saldo è di fine stagione, quindi state attenti a non comprare fondi di magazzino tirati fuori per l’occasione;

- se volete essere assolutamente sicuri di acquistare un prodotto in sconto, bisognerebbe fare un giro per i negozi prima dell’inizio dei saldi e confrontare i prezzi “prima” e “dopo”;

- l’etichetta deve riportare obbligatoriamente il prezzo prima dello sconto, la percentuale di sconto e il prezzo al netto dello sconto. Per eventuali mancanze chiedete al personale;

- come per qualsiasi prodotto, il capo scontato è sostituibile solo se c’è un difetto di fabbricazione. Nel caso in cui vi accorgeste che ciò che avete acquistato non vi piace o non vi sembra come era in negozio, il negoziante può, a sua descrizione, decidere se cambiarvelo o meno. Non esiste, se avete comprato in un esercizio commerciale fisico, il diritto di ripensamento;

- se il prodotto è difettoso o danneggiato, avete diritto alla riparazione o alla sostituzione del prodotto da parte del venditore, e, se questa non è possibile, alla riduzione o alla restituzione del prezzo pagato. La garanzia vale per due anni dal momento dell’acquisto ma voi avete tempo due mesi per denunciare il difetto dal momento della sua scoperta;

- controllate sempre che i capi d’abbigliamento riportino l’etichetta di composizione (con l’indicazione delle fibre con le quali sono prodotti gli indumenti) e quella di manutenzione (coi simboli per un corretto lavaggio e asciugatura), oltre che dell’indicazione del Paese di produzione. Questo è importante, perché molto spesso le etichette mentono, dichiarando una composizione o modalità di lavaggio che poi non risultano essere veritieri, con danni sia per la salute, sia economici. Inoltre potremmo danneggiare il capo durante il lavaggio;

- diffidate di negozi che non vi permettono di vedere la merce esposta perché le vetrine sono tappezzate di cartelloni e manifesti. Cercate sempre di recarvi in negozi di vostra fiducia;

- la prova dei capi d’abbigliamento è a discrezione del commerciante. È anche vero, però, che ormai è molto raro che non vi si permetta di provare i vestiti (a meno di intimi o costumi per motivi di igiene). Non vi fidate dei negozi che vi negano questa possibilità;

- gli esercizi commerciali convenzionati sono obbligati ad accettare i pagamenti con carta di credito o pos anche durante il periodo dei saldi.

Speriamo di avervi aiutato con questi consigli a auguriamo un buono shopping a tutti!

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design