Area riservata

09 Gennaio 2017

Ora che è inverno la bolletta del gas ti costa una fortuna? Leggi i nostri consigli su come risparmiare sul riscaldamento in modo davvero efficace!

Con l’arrivo del freddo intenso torna anche la paura della bolletta del gas: riscaldare gli ambienti domestici ha infatti un costo non trascurabile, specie in presenza di comportamenti e abitudini scorrette che favoriscono inutili sprechi di energia. Se quindi ti stai chiedendo come risparmiare davvero sul riscaldamento, devi sapere che per fortuna esistono alcuni semplici accorgimenti che puoi adottare fin da subito e senza alcun costo aggiuntivo.

Scegli la tariffa gas giusta in base ai tuoi consumi

Se vuoi davvero risparmiare sulla bolletta del gas, la prima cosa che devi fare è capire se la tariffa che hai sottoscritto è ancora vantaggiosa in base alle attuali condizioni di mercato. Assicurati quindi di confrontare le tariffe gas di più operatori energetici, possibilmente aiutandoti con un comparatore online. In questo modo potrai avere una panoramica delle principali offerte disponibili in base al tuo profilo di consumo e alla tua zona di residenza e capire quali condizioni possono offrire. Potrai così decidere se sia più conveniente mantenere attiva la tua tariffa oppure cambiarla.

Imposta la giusta temperatura

Quando il freddo è più intenso, anche la tentazione di aumentare la temperatura negli ambienti domestici si fa più forte. Tuttavia, al contrario di quanto si potrebbe credere, ciò non è assolutamente d’aiuto, né per la nostra salute né tantomeno per il nostro portafoglio. Ogni grado in più comporta infatti un aumento dei consumi di circa il 7-8%, con conseguente rincaro in bolletta.

Per questo motivo è bene non impostare una temperatura superiore ai 20° e ricordarsi di spegnere il riscaldamento durante la notte, avendo cura di schermare le finestre con tende e persiane per evitare la dispersione di calore verso l’esterno.

Se hai la possibilità di programmare l’accensione dei termosifoni, l’ideale è di farli ripartire un paio d’ore prima della sveglia mattutina e prima del rientro a casa dopo il lavoro: in questo modo ti assicurerai un ambiente confortevole senza inutili sprechi.

Se poi hai installato delle valvole termostatiche o dei contabilizzatori di calore sui radiatori, una buona idea è quella di impostare una temperatura diversa a seconda della stanza e delle attività che si svolgono in essa. In soggiorno 20° sono più che sufficienti, nelle camere possono bastare anche 17-18°, mentre nei bagni è concesso aumentare la temperatura fino anche a 22-23°.

Sì al ricambio d’aria, ma con intelligenza

Se è vero che far arieggiare i locali anche d’inverno è d’obbligo, è altrettanto doveroso farlo in modo intelligente per evitare inutili sprechi di energia. Bastano 10 minuti al giorno, ad esempio quando ci si sveglia al mattino. L’ideale è aprire tutte le finestre per pochi minuti, anziché una sola per molto tempo. In questo modo otterrai un ricambio d’aria totale senza che gli ambienti si raffreddino eccessivamente.

Sempre per evitare la dispersione del calore, assicurati che quando le imposte siano chiuse non vi siano spifferi.Se i tuoi infissi sono vecchi e non hai la possibilità di sostituirli, abbi almeno cura di utilizzare dei paraspifferi.

Risparmiare sul riscaldamento con una corretta manutenzione

Oltre ad essere obbligatoria per legge, una corretta manutenzione di caldaia e termosifoni ti aiuterà a risparmiare sulla spesa per il riscaldamento domestico. Assicurati quindi di far controllare la caldaia in base alle scadenze previste, affidanti a personale esperto e qualificato.

Prima di accenderli, ricorda anche di far sfiatare i termosifoni tramite l’apposita valvola, operazione che andrebbe ripetuta almeno una volta al mese nella stagione invernale. In questo modo ripristinerai la corretta circolazione dell’acqua all’interno del radiatore, che potrà riscaldarsi più in fretta e uniformemente.

Inoltre, se il termosifone è posizionato sotto una finestra è consigliabile rivestire la parte sotto il davanzale e la parete con del materiale isolante, per evitare la dispersione di calore verso l’esterno.

Infine, un ultimo consiglio: mantieni i termosifoni liberi da mensole, mobiletti, tende o copritermosifoni. Così facendo l’aria calda non incontrerà ostacoli nella sua diffusione, con conseguente diminuzione dei consumi energetici.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design