Area riservata

13 Marzo 2017

Chiavetta, modem portatile, satellite, onde radio: tutti i modi per navigare senza aver bisogno di una linea telefonica

Con la crescita esponenziale della diffusione degli smartphone, molti italiani non sentono più l’esigenza di avere un telefono fisso a casa, e per questo scelgono di non attivare o disdire la linea telefonica. D’altro canto, diventa invece sempre più difficile fare a meno di una connessione internet veloce, visto che un gran numero di attività quotidiane - acquisti, prenotazioni, operazioni bancarie - vengono svolte anche o soltanto attraverso la rete. Nei prossimi paragrafi vedremo quindi quali opzioni consentono di navigare senza bisogno di una linea fissa, prendendo spunto da questa guida.

Connessione tramite chiavetta o modem portatile

La prima opzione da valutare è quella dell’acquisto di una internet key, ossia un apparecchio USB che tramite SIM si connette alla rete dati cellulare per accedere ad internet. Essendo uno strumento estremamente portatile, è molto comodo per chi ha bisogno di internet, magari per il proprio portatile, anche fuori casa. In genere la chiavetta USB viene fornita dal provider insieme alla SIM, ma può anche essere acquistata autonomamente. Tutti gli operatori prevedono offerte applicabili anche alle internet key: in genere si tratta di tariffe fisse mensili, che consentono di avere a disposizione un tot di minuti o di mega al mese per navigare.

Il principale difetto delle chiavette USB è che permettono di connettere soltanto un apparecchio alla volta. Per questo molti oggi preferiscono comprare un router mobile wi-fi, dei piccoli modem portatili grazie a cui è possibile collegare alla rete più dispositivi; per funzionare necessitano di batterie ricaricabili o di essere agganciati alla rete elettrica. Si tratta di una soluzione leggermente più costosa, ma che presenta molti vantaggi, tra cui quello di una connessione più stabile.

Connessione tramite WiMAX

Un’altra soluzione è quella offerta da alcune compagnie che forniscono la possibilità di navigare tramite WiMax. Il Worldwide Interoperability for Microwave Acces (WiMax) è una tecnologia che sfrutta le onde radio per trasmettere dati a banda larga, e consente quindi di connettersi anche in zone non raggiunte dalla rete fissa. Per funzionare ha bisogno di un dispositivo di ricezione, in genere un’antenna da installare nell’edificio.

Il limite del WiMax è costituito dalla copertura del segnale: la trasmissione dei dati infatti funziona bene solo se si abita abbastanza vicino ad uno dei ripetitori del gestore, altrimenti la velocità di navigazione potrebbe risultare lenta o intermittente.

Connessione tramite parabola

Infine, è possibile accedere a internet anche attraverso tecnologie satellitari. Alcuni operatori infatti permettono di connettersi tramite il collegamento ad una serie di satelliti orbitanti a circa 36mila chilometri dalla superficie terrestre; per usufruire di questo tipo di connettività senza fili, sarà chiaramente necessaria l’installazione di una parabola (oltre che di un modem apposito).

Bisogna anche tener conto che, per sua stessa natura, una tecnologia satellitare presenta dei tempi di latenza più alti della media: i pacchetti di dati percorrono migliaia di chilometri per giungere dal satellite al proprio modem, e questo comporta un leggero ritardo anche quando le condizioni metereologiche sono buone. Questo tipo di connessione è quindi poco adatta per chi ha bisogno di latenze bassissime, ad esempio per tutti gli appassionati di videogiochi online.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design