Area riservata

10 Aprile 2017

Hai acceso un finanziamento via web e vuoi sapere se puoi richiedere l’estinzione anticipata anche per i mutui online? Ecco come funziona e quando conviene.

La speranza di tutte le persone che decidono di ricorrere ai mutui, siano essi classici finanziamenti richiedibili in filiale che mutui online, è spesso quella di riuscire ad estinguerli il prima possibile, liberandosi così del pesante fardello del pagamento della rata che per anni è destinato a gravare sulle spalle degli intestatari. In particolare, se hai sottoscritto un mutuo, devi sapere che, come per i mutui classici, è possibile anche in questo caso richiedere l'estinzione anticipata del finanziamento. Se anche tu hai richiesto un mutuo online e disponi della liquidità necessaria per estinguere anticipatamente il debito contratto, in questo articolo ti forniremo tutta una serie di informazioni che è bene conoscere affinché la tua estinzione anticipata del mutuo online vada a buon fine.

Prima di richiedere alla banca questa operazione è infatti importante capire quali sono le spese a cui è possibile andare incontro per portare a termine il processo di chiusura anticipata e quando l'estinzione è davvero conveniente. Sebbene sia sempre opportuno e lungimirante pensare in termini di convenienza in fase di sottoscrizione del mutuo

L'estinzione anticipata prevede delle penali?

Come anticipato, prima di ricorrere all'estinzione anticipata dei mutui online è importante sapere che la Legge Bersani (art. 7 della legge 40/2007) ha stabilito che gli istituti bancari non possono più richiedere le penali di estinzione anticipata del finanziamento. In particolare, quanto affermato vale per tutti i finanziamenti stipulati a partire dal 2 febbraio 2007.

A tutti i mutui online accesi prima del 2 febbraio 2007 sarà invece applicata una penale. L'importo massimo delle penali è stato fissato di comune accordo tra l'Associazione Bancaria Italiana (ABI) e le Associazioni dei consumatori e varia in base alla tipologia di mutuo sottoscritto (mutuo a tasso fisso, variabile o misto), alla data in cui è stato istituito il finanziamento e alla data di scadenza del contratto.

Estinzione parziale o totale: quale conviene di più?

Una volta chiarita la questione legata alle penali di estinzione anticipata dei finanziamenti online, è altrettanto importante capire se conviene portare avanti una procedura di estinzione parziale o totale. Scopriamo insieme quali sono le differenze e quale soluzione è meglio adottare a seconda delle circostanze.

L'estinzione parziale del mutuo online permette di versare alla banca una somma aggiuntiva rispetto a quella della rata del mutuo. Così facendo, tale importo verrà sottratto dal debito residuo e permetterà al mutuatario di ridurre l'importo della rata del mutuo oppure di mantenere il medesimo importo della rata così da accorciare la durata del piano di ammortamento.

Si parla invece di estinzione totale del mutuo online quando la somma addizionale versata all'istituto bancario permette di saldare completamente il debito prima della naturale scadenza del contratto ottenendo così la chiusura definitiva del mutuo.

A proposito dell'abbattimento totale del finanziamento è importante sottolineare che si tratta di una soluzione vantaggiosa solo in determinate circostanze. In particolare, la convenienza di tale operazione è legata all'importo della quota di interessi che si deve ancora restituire all'istituto creditizio al momento dell'estinzione anticipata.

Nel cosiddetto piano di ammortamento alla francese (il più diffuso in Italia) l'estinzione del mutuo prevede la restituzione di una quota capitale (l'importo vero e proprio richiesto dal mutuatario) e di una quota di interessi (il guadagno della banca sul capitale prestato). Tale formula prevede che durante i primi anni del mutuo l'importo della rata sia costituita prevalentemente da interessi. Durante gli ultimi anni del piano di estinzione, invece, la rata del mutuo sarà costituita prevalentemente dalla quota capitale.

Questo significa che l'estinzione totale del mutuo produce un guadagno se viene richiesta nella prima fase del piano ammortamento, ovvero quando le rate sono composte per la maggior parte dalla quota di interessi e quindi la riduzione dell'importo influisce in modo considerevole sulle possibilità di risparmio sul costo del finanziamento.

 

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design