Area riservata

18 Settembre 2017

I nuovi dispositivi consentiranno di effettuare le letture dei consumi da remoto e di segnalare la presenza di eventuali anomalie.

Dal 2014 è partito il progetto per l'installazione dei nuovi contatori elettronici del gas, coordinato dall'AEEGSI, l'Autorità per l'Energia. Lo scopo dell'iniziativa è duplice: offrire agli utenti uno strumento affidabile e preciso per misurare i propri consumi, e allo stesso tempo spingere i fornitori a rilevare in modo esatto la quantità di gas consumato. secondo le previsioni, entro il 2018 i nuovi contatori del gas faranno il loro ingresso nelle case di oltre il 60% della popolazione italiana.

Come funzionano i contatori elettronici del gas?

I nuovi contatori elettronici del gas, chiamati anche smart meter, sono dei dispositivi intelligenti, in grado di effettuare la lettura dei consumi anche da remoto e in modo più preciso. Infatti la finalità di questo intervento è proprio quello di guidare gli utenti verso una maggiore consapevolezza dei propri consumi grazie alla possibilità di disporre di strumenti semplici ma funzionali. Un obiettivo perseguito anche attraverso la semplificazione delle voci di spesa riportate in bolletta.

I nuovi dispositivi del gas sono dotati di un display digitale su cui verranno visualizzati non solo i consumi, ma anche tutte le informazioni in merito al funzionamento dell'utenza e alla perfetta erogazione del servizio. Ad esempio lo stato della valvola, se aperta o chiusa; la quantità di gas erogato e perfino la presenza di eventuali anomalie.

La telelettura è senza dubbio uno dei principali vantaggi offerti dei contatori elettronici. Tutte le compagnie di energia hanno infatti la possibilità di rilevare i consumi da remoto e quindi garantire ai propri clienti delle bollette corrispondenti ai consumi reali. La lettura viene effettuata in automatico dal distributore locale e comunicate al fornitore che emetterà la bolletta. La frequenza dei rilevamenti dipende dai consumi annuali di gas:

  • per i consumi fino a 500 smc/anno, 1 sola volta all'anno;

  • per i consumi compresi tra 501 e 5.000 smc/anno, 2 volte all'anno;

  • per i consumi superiori a 5.000 smc/anno, 1 volta al mese.

 

Quando vengono installati i nuovi contatori gas?

L'installazione dei nuovi contatori sarà segnalata in anticipo attraverso l'invio di una comunicazione scritta dalla società che si occupa della distribuzione locale del gas. La procedura di sostituzione è abbastanza breve, in genere non superiore alle due ore, e non prevede per il cliente finale il versamento di nessun costo aggiuntivo. Al termine della sostituzione verrà rilasciato un apposito verbale che documenterà non solo l'operazione, ma anche la quantità di gas consumata fino a quel momento.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design