Area riservata

02 Ottobre 2017

L'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) comunica che dal 1° ottobre per la famiglia-tipo (consumi medi di energia elettrica di 2.700 kwh all'anno e una potenza impegnata di 3 kw; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui) la bolletta dell'elettricità registrerà una diminuzione del -0,7%, mentre il gas un incremento del +2,8% influenzato soprattutto dall'atteso aumento delle quotazioni per il maggior consumo nella stagione autunnale. È quanto prevede l'aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela per il quarto trimestre 2017.

In particolare, il calo dell'elettricità - pur in presenza di prezzi all'ingrosso previsti in moderato aumento - è sostanzialmente legato alla forte riduzione dei costi di dispacciamento, cioè dei costi sostenuti dal gestore della rete (Terna).

Per il gas invece la prossima stagione autunnale, con consumi e quotazioni in aumento a livello europeo, implica - come atteso - l'aumento dei prezzi anche nei mercati all'ingrosso italiani.

Nel dettaglio, per l'elettricità la spesa (al lordo tasse) per la famiglia-tipo nell'anno (compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2017) sarà di 520 euro, con una variazione del +4,2% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° gennaio - 31 dicembre 2016), corrispondente a un aumento di circa 21 euro/anno. Nello stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.035 euro, con una sostanziale stabilità (+0,2%, corrispondente a circa 2 euro/anno) rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° gennaio - 31 dicembre 2016).

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design