Area riservata

28 Settembre 2009

forse non tutti sanno che…

L’energia elettrica non costa uguale in tutte le ore della giornata Le ore in cui costa di più sono le ore chiamate F1 Le ore F1 sono quelle dalle 8.00 alle19.00, dal lunedì al venerdi Le ore che costano meno sono quelle chiamate F3 Le ore F3 sono quelle dalle 23.00 alle 7.00, dal lunedì al venerdi + tutte le ore della giornata nelle domeniche e festivi I nuovi contatori sono in grado di trasmettere automaticamente i consumi ai distributori di energia elettrica, già suddivisi su tre fasce I distributori sono i soggetti che si occupano del “trasporto dell’energia ” fino al nostro contatore I fornitori di energia elettrica sono i soggetti che vendono la “materia prima”, ma che non c’entrano niente con la rete elettrica o con il contatore Se il contatore non funziona o se c’è un guasto sulla rete, bisogna chiamare il distributore La nostra bolletta è composta da quattro parti: 1) Costo della materia prima (o componente energia) 2) Costo del trasporto dell’energia 3) Oneri regolati (servono per il funzionamento del sistema e vengono pagati da tutti gli utenti) 4) Iva+accise

Se si cambia fornitore di energia, quello che cambia è il costo della materia prima (componente energia), tutto il resto rimane invariato Il costo dell’energia pesa per circa il 65% sulla nostra bolletta, quindi uno sconto sulla componente energia del 10% equivale circa al 6.5% di sconto sul totale bolletta Non bisogna temere nulla cambiando fornitore: l’energia elettrica non viene interrotta mai, ci si accorge del cambio perché ad un certo punto ci arriva la fattura di un altro fornitore Possiamo in ogni momento recedere dal contratto e dopo un mese siamo liberi Esiste l’ Autorità per l’energia elettrica ed il gas che vigila sui prezzi e sugli operatori, quindi…non è il far west Esiste uno strumento creato dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas che si chiama il trovaofferte e che ci permette di capire quale è l’offerta elettrica più conveniente per le nostre esigenze Se devo presentare un reclamo al mio fornitore è meglio farlo per iscritto ai recapiti indicati sulla bolletta Se non si paga la bolletta, prima viene effettuata una riduzione della potenza disponibile, poi viene sospesa la fornitura per morosità

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design