Area riservata

18 Dicembre 2018

Attenzione obbligo di chiusura entro il 31 dicembre, altrimenti rischio sanzioni

Forse non tutti ancora lo sanno, ma mancano pochi giorni per mettersi in regola: entro la fine dell'anno infatti tutti i libretti al portatore ancora in circolazione dovranno essere chiusi, così come previsto dalla normativa antiriciclaggio.

Chi è ancora in possesso quindi di tali documenti deve presentarsi agli sportelli della banca o di Poste italiane che hanno emesso il libretto entro il 31 dicembre 2018 per effettuare l’estinzione nei termini previsti dalla legge ed evitare eventuali sanzioni.

I soggetti interessati possono:

- chiedere la conversione del libretto al portatore in un libretto di risparmio nominativo;

- trasferire l’importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o su altro strumento di risparmio nominativo;

- chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto.

E se non ci si reca in banca prima della scadenza? Restaerà comunque l’obbligo della banca e di Poste italiane di liquidare il saldo del libretto a favore del portatore, ma allo stesso tempo l'Istituto sarà obbligato a inoltrare una comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze che potrà applicare una sanzione pecuniaria da un minimo di 250 a un massimo di 500 euro.

Dopo questa data i libretti al portatore diventeranno comunque inutilizzabili quindi banche e Poste italiane non potranno dare seguito a richieste e movimentazioni.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design