Area riservata

15 Ottobre 2019

Approvato il decreto per l'obbligo dei seggiolini anti-abbandono

Con la firma, da parte della Ministra dei Trasporti Paola De Micheli, del decreto salva-bebè, è diventato obbligatorio, per tutte le auto che trasportano bambini fino ai 4 anni, il dispositivo anti-abbandono sui seggiolini. L’obbligo diventerà attuativo appena il decreto legge sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Al momento non è possibile conoscere la data esatta, ma il decreto entrerà in vigore 15 giorni dopo la sua pubblicazione e l’obbligo diventerà effettivo dopo 120 giorni l’entrata in vigore del decreto ministeriale. Questo per consentire alle aziende di avere più tempo per adeguarsi e ai consumatori di avere la certezza che il prodotto possieda le caratteristiche tecniche fissate dal decreto stesso.

Ma quali devono essere le caratteristiche del prodotto? Il dispositivo funzionerà come un allarme, la cui funzione principale è quella di prevenire l’abbandono dei bambini in auto. Potrà essere integrato direttamente nel seggiolino, fornito come dotazione di base o accessorio al veicolo, o ancora essere un sistema indipendente applicato sul cuscino del seggiolino. Le alternative sono quindi diverse e in commercio ne esistono già diversi modelli, anche dovuti al fatto che la norma era stata approvata dal Parlamento già un anno fa, ma non aveva avuto il parere favorevole della Commissione Europea.

Il dispositivo dovrà quindi essere dotato di un sensore in grado di rilevare i movimenti o le variazioni di peso, e che tramite un’app dovrà segnalare l’abbandono del minore al conducente mediante appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili sia all’interno che all’esterno del veicolo. Per chi non si adegua saranno previste sanzioni economiche e la decurtazione dei punti dalla patente. Dal Ministero fanno infine sapere che sono allo studio agevolazioni fiscali per favorire l’acquisto dei dispositivi.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design