Area riservata

04 Giugno 2009

La Casa del Consumatore firma accordo di Conciliazione Poste Vita

La Casa del Consumatore firma, insieme alle altre Associazioni dei Consumatori, la procedura di Conciliazione sulle polizze Index Linked Programma Dinamico.

L’intesa siglata con Poste Vita, la società assicurativa del Gruppo Poste Italiane, stabilisce che i possessori delle polizze Index Linked della serie Programma Dinamico Valore Reale, Ideale, Raddoppio e Index Cup, sottoscritte tra il 2001 e il 2002, potranno scegliere la procedura negoziale a salvaguardia del loro investimento, qualora non fossero soddisfatti della soluzione proposta dalla Compagnia. L’accordo prevede, inoltre, che la procedura venga successivamente estesa a tutti i prodotti Poste Vita.

Poste Vita ha già sollevato i sottoscrittori dal rischio di investimento, assumendolo direttamente come azienda e ha proposto ai risparmiatori di recuperare il 105% del capitale versato, in cambio del passaggio a una nuova polizza garantita da Poste Vita S.p.A. e dell’estensione di circa 3 anni dei termini di scadenza della polizza (al 31 dicembre 2015).

Inoltre per coloro che hanno già compiuto 79 anni e 6 mesi alla data di accettazione della trasformazione, Poste Vita S.p.A. ha garantito la restituzione del 100% del premio originariamente versato in caso di riscatto dopo la data di scadenza del contratto originario e prima del 31/12/2015.

La procedura di conciliazione è molto semplice: i possessori di queste polizze Index Linked che a scadenza non restituiranno il capitale investito al sottoscrittore, potranno attuare un reclamo a Poste Vita, così da trovare una soluzione diversa rispetto a quella prospettata da Poste Vita (che prevede la trasformazione della polizza in un’altra denominata “Poste Vita Futuro ad hoc”).

Nel caso al reclamo segua una risposta insoddisfacente o non si riceva alcuna risposta entro 60 giorni dalla presentazione del medesimo, il consumatore potrà avviare la procedura di conciliazione usando il modello scaricabile dal sito www.postevita.it o contattando la sede de La Casa del Consumatore.

Se si decide di avviare la conciliazione non si può presentare ricorso alla magistratura o ad altro organo per la soluzione della controversia. Qualsiasi altra azione sarà possibile se la procedura non porta a un accordo.

La procedura è senza spese per il consumatore. Se si arriva a una proposta di accordo tra il conciliatore di Poste Vita e il conciliatore dell’Associazione, sarà il consumatore a decidere se accettare o no. In caso di accettazione, il consumatore dovrà sottoscrivere il verbale e inviarlo alla Commissione di Conciliazione entro 30 giorni lavorativi dalla data di ricezione della raccomandata che presenta la proposta di conciliazione.

In caso di accordo Poste Vita si impegna a eseguire quanto previsto nella proposta entro 60 giorni dalla firma del verbale.

La commissione di Conciliazione Poste Vita è unica e nazionale, ma con due sedi di discussione a Roma e a Milano. Per la Sede Nazionale de La Casa del Consumatore di Milano il conciliatore Poste Vita è la Dott.ssa Elisabetta Procopio, mentre per la sede di Roma il conciliatore Poste Vita dell’Associazione è il Dott. Settimo Cerniglia.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design