Area riservata

23 Dicembre 2009

L'assicurazione e le regole di sicurezza sugli impianti

L'italia è ricoperta dalla neve, scesa copiosa in questi giorni d'inverno. Ma se in città crea solo disagi al traffico e alla circolazione, in montagna è sempre ricercata dagli amanti dello scii e dello snowboard!
Con l'apertura della stagione sciistica però sono arrivate anche alcune novità, in particolar modo in Piemonte, dove approvata lo scorso febbraio, è entrata ora in vigore la Legge regionale, che stabilisce che potrà scendere in pista solo chi ha stipulato un'assicurazione per la responsabilità civile per danno contro terzi, molto simile a quella per le automobili.
Chi non rispetterà l'ordinanza, si vedrà costretto a pagare multe salatissime. Le forze dell'ordine, presenti sulle piste potranno sanzionare i ragazzi sotto i 14 anni non muniti di casco, ma anche tutti gli sciatori che non saranno assicurati o che non avranno con sé un documento che lo provi.
Le multe potranno oscillare dai 40 ai 250 euro.
Provvedimenti simili sono stati adottati, ma senza obbligatorietà, anche nella Provincia autonoma di Trento, dove i gestori degli impianti sono tenuti a proporre l'assicurazione al momento di vendita dello skipass. 
E sempre legato all'abbonamento di risalita stagionale, in Valle D'Aosta è prevista la responsabilità civile per danni fisici procurati a terzi a seguito di incidente.
Per la sicurezza di tutti, inoltre la federazione italiana sicurezza piste sci - F.I.S. - ricorda 10 semplici ma importanti regole su da seguire per la propria incolumità e quella degli altri. 

RISPETTO DEGLI ALTRI 
Ogni sciatore o snowboarder deve comportarsi in modo da non mettere mai in pericolo l'incolumità degli altri. Sciatori e snowboarder sono responsabili anche delle loro attrezzature e dei loro eventuali difetti. 

PADRONANZA DELLA VELOCITA' E DEL PROPRIO COMPORTAMENTO 
Ogni sciatore o snowboarder deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alle proprie capacità nonché alle condizioni del terreno, della neve, del tempo e del traffico sulle piste. Sciatori e snowboarders debbono essere in grado di fermarsi in qualsiasi momento. In zone affollate e di ridotta visibilità, soprattutto ad inizio, fine pista e nelle aree di partenza degli impianti, debbono muoversi lentamente e lateralmente. 

SCELTA DELLA DIREZIONE 
Lo sciatore o lo snowboarder a monte, essendo in posizione dominante hanno possibilità di scelta del percorso. Sono quindi obbligati a tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore o lo snowboarder a valle. Lo sciatore o lo snowboarder che è davanti ha sempre la precedenza. 

SORPASSO IN PISTA
Il sorpasso può essere effettuato tanto a monte quanto a valle, sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a distanza tale da consentire le evoluzioni e i movimenti volontari e involontari dello sciatore o dello snowboarder sorpassato. Lo sciatore o lo snowboarder che effettua un sorpasso è responsabile della sua manovra, e deve effettuarla in modo da non causare nessuna difficoltà a chi sta superando.

ATTRAVERSAMENTO INCROCI
Lo sciatore o snowboarder che si immette o attraversa una pista o un terreno di esercitazione o allenamento, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per sé e per gli altri.

SOSTA SULLA PISTA
Fatte salve circostanze di assoluta necessità sciatore e snowboarder devono evitare di fermarsi in mezzo alla pista, nei passaggi obbligati o dove manca buona e ampia visibilità. In caso di caduta debbono sgomberare velocemente la pista, cercando di raggiungere un bordo della stessa nel più breve tempo possibile.

SALITA E DISCESA LUNGO UNA PISTA DA SCI
Sciatore o snowboarder che risalgono una pista debbono procedere rigorosamente lungo i bordi della stessa. Analogo comportamento debbono osservare scendendo o salendo a piedi. Procedere in senso inverso alla direzione normale della discesa presenta situazioni e ostacoli imprevedibili e impossibili da avvertire e valutare prontamente.

RISPETTO DELLA SEGNALETICA 
Sciatori e snowboarders sono tenuti al massimo rispetto della segnaletica e delle indicazioni esposte sulle piste da sci. I vari gradi di difficoltà delle piste sono indicati, in ordine decrescente, con i colori "nero", "rosso", "blu" e "verde". sciatore e snowboarders possono liberamente scegliere la pista che preferiscono. sulle piste vi sono segnali di direzione e indicazioni di pericolo, rallentamento, passaggio stretto, chiusura, o altro, che debbono essere scrupolosamente e rigorosamente rispettati. 

ASSISTENZA
In caso di incidente chiunque deve prestarsi al soccorso. prestare assistenza è un dovere morale che impegna ogni sportivo. Anche se in pista non esiste obbligo legale (c'è un servizio organizzato per il pronto intervento) è necessario impegnarsi, secondo le capacità individuali, per prestare le prime cure, chiamare il pronto intervento, attivarsi per delimitare la zona dove c'è l'incidentato e per segnalare la presenza di uno o più infortunati a chi sta scendendo in pista.

IDENTIFICAZIONE
chiunque, sciatore o snowboarder, sia coinvolto in un incidente in pista, avendo o non avendo responsabilità oppure ne sia stato testimone, è tenuto a fornire le proprie generalità. La relazione di eventuali testimoni è di grande e determinante importanza per la stesura di un corretto rapporto sull'incidente. Ogni sportivo deve avvertire quest'obbligo morale e onesto in forma imperativa. il rapporto del servizio di pronto intervento e soccorso, assieme al supporto delle testimonianze e quello eventuale di fotografie e riprese videofilmate, può essere di grande aiuto per la determinazione delle eventuali responsabilità civili e penali. Obblighi sono comunque previsti anche per i gestori degli impianti: devono garantire le condizioni di sicurezza delle piste e dei mezzi di risalita, stipulare un'assicurazione per i danni agli utenti e adottare una segnaletica uniforme nelle aree sciabili. 

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design