Area riservata

18 Febbraio 2010

Le istruzioni per insinuarsi nel Fallimento Alpi Viaggi (già Avitour)

Come già comunicato dal nostro blog, il Tribunale di Milano, con sentenza n. 653/2009 emessa il 19 novembre 2009 e depositata il 21 novembre 2009, ha dichiarato il fallimento della società “ALPI VIAGGI SRL” con sede in Milano (MI), P.zza Emilia n. 1 - C.F. e P.IVA 04561110968 nominando Giudice Delegato il dott. Pierluigi Perrotti e curatore il dott. Alfredo Ravo con studio in Milano Via F. Turati n. 26, tel. 02/29002079, fax 02/6592658, indirizzo e-mail aravo@studio-online.it.

L’adunanza dei creditori per l’esame dello stato passivo è fissata per il giorno 17 maggio 2010, ore 10:30, davanti al Giudice Delegato nel suo ufficio, ubicato nel Palazzo di Giustizia di Milano, Sezione Fallimentare.

Tutti coloro che avevano acquistato sul sito www.todomondo.it da Avitour S.r.l. (poi diventata Alpi Viaggi S.r.l.) biglietti aerei, soggiorni o pacchetti turistici prima del 31.03.2009 possono presentare domanda di insinuazione al passivo al Fallimento Alpiviaggi S.r.l., anche se avessero già presentato domanda di insinuazione al passivo Todomondo S.p.A.

Le domande di ammissione al passivo possono essere presentate fino al giorno 17 aprile 2010 (termine perentorio di 30 gg. prima dell’udienza).

Come già per il fallimento Todomondo, vi proponiamo due diverse soluzioni, scegliete quella che preferite.

A) potete provvedere voi stessi a spedire con raccomandata a.r. al Tribunale di Milano l’istanza di ammissione al passivo. In questo caso, dovete compilare il file del ricorso SENZA AVVOCATO e, unitamente a tutta la documentazione che prova il vostro credito, spedirlo con raccomandata a/r a: Tribunale di Milano, Cancelleria fallimentare, Palazzo di Giustizia - piano 2, stanza 36, Via Manara – 20122 Milano. Indicate un indirizzo e-mail o un numero di fax a cui farvi scrivere per sapere come vanno le cose.

B) Se invece preferite che il deposito, previo controllo della documentazione inviata, venga curato direttamente da un nostro avvocato, che poi vi terrà informati sull'andamento della procedura, compilate il file del ricorso CON AVVOCATO e speditelo all'Avv. Francesca Pinciroli, 20122 Milano, Largo Augusto, 3. Allegate nella lettera un assegno non trasferibile a lei intestato dell'importo di Euro 60,00 (sessanta/00). Per le comunicazioni, indicatele il vostro indirizzo e-mail. In questo secondo caso, oltre a verificare la Vostra documentazione prima del deposito, l'avvocato parteciperà alle udienze informandovi sulla Vostra domanda.

Per chi decidesse di inviare l’atto alla Cancelleria del Tribunale a mezzo posta, precisiamo che ai fini della tempestività farà fede la data dell’effettiva ricezione della raccomandata e non dell’invio.

Fate attenzione: i modelli predisposti prevedono la richiesta della restituzione del doppio di quanto avete versato, così come stabiliva il contratto. Non è detto che il Fallimento accolga questa richiesta ma vale comunque la pena di farla. Ad ogni buon conto abbiamo previsto anche una richiesta "subordinata" di avere almeno quanto pagato.

Per ogni ulteriore dettaglio potete leggere la lettera ai creditori del Curatore dott. Alfredo Ravo. Il Tribunale di Milano permette a tutti i creditori delle imprese dichiarate fallite di consultare i più importanti documenti della procedura, accedendo all’area riservata del sito del Tribunale. Immettete il codice di accesso, iscrivetevi, e così potrete consultare tutti i documenti della procedura del Fallimento Avitour.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design