Area riservata

20 Ottobre 2010

L’Autorità sanziona cinque società

Sanzioni per oltre 1,8 milioni a 5 società per violazione di norme sulla trasparenza delle bollette, questa la decisione dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

Le società coinvolte, sono Edison Energia, Enel Energia, Eni, Sorgenia e Hera Comm, multate per violazione di norme a tutela dei consumatori e per la mancata osservazione delle disposizioni a garanzia della trasparenza e comprensibilità delle bollette.

Le infrazioni accertate riguardano le bollette emesse sia nei confronti di clienti domestici, sia di clienti non domestici. In particolare, sono state irrogate sanzioni per un importo di 315.000 euro a Edison Energia; di 872.000 euro a Enel Energia; di 350.000 euro a Eni; di 240.000 euro a Sorgenia; di 80.000 euro a Hera Comm.

Le violazioni riguardano soprattutto le norme dell’Autorità relative all’obbligo per gli esercenti di riportare in bolletta un Quadro sintetico, con le informazioni di immediata leggibilità da parte del cliente (ad esempio, i dati identificativi della bolletta, del contratto e del punto di prelievo, le caratteristiche della fornitura e la sintesi degli importi dovuti), e un Quadro di dettaglio dei corrispettivi, redatti in modo conforme agli schemi predisposti dal Regolatore.

L’Autorità ha anche adottato provvedimenti prescrittivi ordinando a tutte le società coinvolte la cessazione dei comportamenti lesivi degli interessi dei consumatori. Le delibere sono disponibili sul sito www.autorita.energia.it.

Condividi

FacebookTwitterLinkedin
© AntWorks - siti e software web 3 Media Studio Web Design