progetto associazioni / MiSE 2021

Progetto Associazioni / MiSE 2021

E’ partito il nuovo progetto ministeriale realizzato da Casa del Consumatore APS con i fondi del Ministero dello Sviluppo Economico. Quest’anno le attività che vedranno coinvolte la nostra Associazione si dirameranno lungo tre direttrici:

A) Progettazione, in via sperimentale, di un canale nazionale di contatto on-line per i consumatori.

B) Attività diretta ad incrementare il vantaggio per i consumatori in termini di utilità sociale mediante il miglioramento della performance dell’associazione, nonché ad assicurare informazione ed assistenza specifica riguardo all’emergenza sanitaria da COVID.

C) Sviluppo, progettazione, coordinamento di attività progettuali nell’ambito del tema Educazione Digitale.

Per quanto riguarda la Linea A, la nostra associazione, insieme con le altre associazioni di consumatori riconosciute nel CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori ed Utenti) e i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico realizzeranno una serie di incontri volti a progettare, in via sperimentale, un nuovo canale on line di contatto che i consumatori potranno utilizzare per chiedere informazioni, consigli, chiarimenti o assistenza e consulenza sulle diverse tematiche del mondo consumerista. L’iniziativa è del tutto nuova e innovativa, in quanto per la prima volta il Ministero, unito a tutte le associazioni di consumatori creerà un apposito strumento dedicato a favore dei consumatori. L’attività si svolgerà da gennaio a giugno 2021 per lo studio, lo sviluppo e la progettazione di tale strumento.

La Linea B, invece, sarà più incentrata sull’attività di informazione, assistenza e consulenza svolta dalla nostra associazione a favore dei consumatori, con particolare riguardo all’emergenza sanitaria COVID-19.

Innanzitutto saranno coinvolti gli sportelli della nostra associazione dislocati sull’intero territorio nazionale per svolgere in maniera capillare e puntuale l’attività di assistenza ai consumatori. L’assistenza verrà svolta sia in presenza, rispettando le norme anti-covid al fine di tutelare la salute dei consumatori e dei nostri referenti, sia a distanza, mediante telefono, mail, fax, social. Verrà realizzato un corso di formazione ad hoc per gli sportellisti che saranno impiegati nel progetto, con specifica attenzione ai temi legati all’emergenza Covid-19.

Inoltre proprio per cercare di assicurare un servizio ai consumatori in questo particolare momento storico dove gli spostamenti sono fortemente limitati, la Casa del Consumatore si propone di realizzare anche le seguenti attività:

1) rifacimento del sito www.casadelconsumatore.it per renderlo facilmente accessibile da cellulari e tablet e in grado di supportare servizi di assistenza a distanza;

2) realizzazione, all’interno del sito, di un sistema di assistenza virtuale, sia attraverso una semplice e intuitiva web chat scritta, sia attraverso un sistema di prenotazione di incontri con i consulenti dell’associazione in stanza virtuale con collegamento audio/video e possibilità di scambio di materiale informativo e documenti;

3) realizzazione di un numero telefonico dedicato alle informazioni e assistenza, con utilizzo di un assistente vocale che indirizza gli utenti al consulente più adatto alle loro esigenze, in base alle risposte vocali fornite dagli stessi utenti;

Inoltre, per dare risalto e comunicazione di tali iniziative, verrà realizzata una campagna informativa per promuovere l’utilizzo dello sportello virtuale, con specifico focus sulle tematiche emerse in questi mesi di pandemia, ovvero crisi economiche familiari e commercio online, ma anche sulle tematiche legate all’emergenza sanitaria.

Verranno quindi pubblicati articoli informativi sul Blog del Consumatore, condiviso link e informazioni sulle pagine Facebook dell’associazione e verrà realizzato un video da parte di influencer famosi, allo scopo di raggiungere il più ampio target di utenti.

Infine per quanto riguarda l’ultima linea, ovvero lo sviluppo, progettazione, coordinamento di attività progettuali nell’ambito del tema dell’educazione digitale, le associazioni coinvolte in questo tavolo di lavoro, tra cui la Casa del Consumatore, mediante incontri periodici con i referenti del Ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia e rappresentanti di Repubblica Digitale, vogliono, partendo dalle progettualità già realizzate negli anni scorsi, che hanno avuto buon successo, porre le basi per definire i prossimi progetti da sviluppare al fine di garantire un’efficace azione nei confronti dei consumatori sul tema dell’educazione digitale, in particolar modo per quelle fasce di utenza che riscontrano maggiori difficoltà con l’utilizzo delle tecnologie (anziani, stranieri, badanti, ecc..).

In tale ambito la nostra associazione negli ultimi dieci anni ha curato particolarmente l’aspetto dell’informazione ed educazione digitale mediante:

– articoli che vengono regolarmente pubblicati dal 2009 sul Blog del Consumatore all’interno del TgCom24, sui temi e le novità del consumerismo in generale, oltre che attività e iniziative dell’associazione;

– la realizzazione nel 2015 e il successivo e continuo sviluppo negli anni, del portale di recensioni sugli acquisti online ShoppingVerify e le connesse attività di ingaggio di e-commerce, moderazione di recensioni e assistenza e consulenza agli acquisti online;

– la realizzazione nel 2020 del tool online Verificasito.it che consente con un rapido test di riconoscere i siti che non rispettano le regole del commercio online e sono quindi da evitare;

– la realizzazione, in collaborazione con l’influencer Cartoni Morti del video “La Fregatura di comprare online” nell’ambito del progetto “La Spesa Che Sfida”, che ha raggiunto il milione di visualizzazioni tra il canale Youtube e Facebook dell’influencer, in cui in modo ironico e divertente si mettono in guardia i consumatori sul pericolo di fregature se si acquista su e-commerce poco affidabili.

Casa del Consumatore accoglie quindi con entusiasmo questa linea di azione alla quale aderisce al tavolo di lavoro per promuovere gli strumenti già oggi esistenti e contribuire alle attività di educazione e formazione digitale, che verranno concordate con il Ministero, le Associazioni e gli enti partner.

Progetto realizzato con il finanziamento del MiSE. Legge 388/2000 – ANNO 2020.