Progetti strategici rivolti allo sviluppo dei temi dell’educazione digitale - LINEA A Rafforzamento strutturale della tutela dei consumatori mediante l’attività svolta dalle associazioni - LINEA B

Avviato il nuovo progetto nazionale realizzato da Casa del Consumatore APS e finanziato dal MIMIT (D.M. 6/5/2022 art. 5).

Nel 2023/2024 le attività progettuali si articoleranno lungo due linee d’azione:

LINEA DI ATTIVITÀ A

Casa del Consumatore per l’anno 2023 / 2024 ha attivato il progetto IMPARA E RISOLVI ONLINE finanziato dal Decreto del Direttore Generale per il mercato, la concorrenza, la tutela del consumatore e la normativa tecnica del Ministero delle Imprese e del Made in Italy del 5 giugno 2023.

Tra le attività promosse nell’ambito del progetto, Casa del Consumatore ha deciso di attivare l’apertura di punti di facilitazione digitale nelle Regioni che non hanno aderito al progetto Digitalmentis, ovvero: Calabria, Sardegna, Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Campania, Emilia Romagna e in Abruzzo e Friuli Venezia Giulia.

Gli obiettivi del progetto Digitalmentis, già finanziato dal Mimit sono:
a) sensibilizzare la popolazione sui vantaggi dell’utilizzo degli strumenti digitali e sull’importanza di un uso consapevole della rete, accrescendo in particolare l’uso consapevole dei servizi on line che vedono il cittadino come consumatore e utente;
b) rafforzare le competenze digitali dei consumatori e utenti, specie persone fragili e anziane over 65, tramite eventi specifici di formazione e/o percorsi di accompagnamento personalizzato, al fine di facilitare l’esercizio dei propri diritti e facoltà digitali nei rapporti con la P.A. e con soggetti privati. Formare appositi facilitatori digitali, per la somministrazione dei corsi di formazione;
c) fornire assistenza, tramite i facilitatori digitali che operano presso gli Sportelli del consumatore, a consumatori e utenti, specie persone fragili e over 65, in termini di empowerment delle competenze, al fine di facilitare l’esercizio dei propri diritti e facoltà digitali nei rapporti con la P.A. e con soggetti privati;
d) costruire un sistema di centri di riferimento per la cittadinanza, facilmente riconoscibili, dove i facilitatori digitali (operatori opportunamente formati e formalmente qualificati) accompagnano le persone anziane e fragili nella fruizione dei servizi digitali, offrendo assistenza, anche in termini di empowerment delle competenze;
e) contribuire ad abbattere il divario digitale nell’accesso ai servizi pubblici digitali da parte della popolazione fragile e over 65, con lo spirito dell’offerta di servizi di prossimità, ovvero offrendo supporto e aiuto nell’uso dei servizi online e delle tecnologie innovative.

I facilitatori degli sportelli di Casa del Consumatore aderenti al progetto, saranno formati con utilizzo dei materiali didattici già realizzati nell’ambito del Progetto Digitalmentis e perciò disponibili all’Associazione e suoi operatori e per coerenza saranno utilizzati i medesimi sistemi di rilevazione dei risultati degli sportelli, anche per contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati in materia dal PNRR. I facilitatori saranno formati e coordinati dal Facilitatore di Casa del Consumatore formato con il corso da 100 ore di Repubblica Digitale.

Il progetto finanziato dal Mimit, si svilupperà poi con un’iniziativa congiunta denominata “Ricomincio da tRe” in cui Casa del Consumatore in collaborazione con altre 9 associazioni consumatori (Assoutenti – Adiconsum – Adusbef – Ctcu – Codici – Confconsumatori – Mdc – Codacons – Mc), intendono rafforzare e ricondurre le iniziative individuali che saranno realizzate nell’ambito del bando DD 5 giugno 2023 in una specifica attività congiunta dedicata all’educazione ad un consumo sostenibile e all’economia circolare.

La presente iniziativa congiunta prevede specifici interventi a favore dei consumatori proprio sui suddetti assi di sviluppo in particolare sull’economia circolare e sull’educazione ad un consumo sostenibile considerati fondamentali nel quadro di rilancio strategico nazionale all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). In tale ambito, promuoverà la cultura del riuso e la nascita di centri per il riuso gestiti in collaborazione con le istituzioni, le aziende di igiene urbana e smaltimento dei rifiuti, gli enti del terzo settore anche per valorizzare, nella filosofia della recente direttiva Ue sugli imballaggi, l’impegno attivo dei consumatori sperimentando una nuova modalità di essere “prosumer” che interviene nel “secondo” ciclo di vita di un prodotto: i centri per il riuso si propongono anche come luogo e modo di apprendimento permanente di competenze proprio nell’anno europeo a queste dedicato con una forte attenzione ai temi dell’inclusione, dell’inter-generazionalità e dell’eco-socialità.

Al fine di favorire e stimolare i suddetti comportamenti e modelli di consumo sostenibile, le 10 associazioni consumatori hanno previsto un piano di collaborazione che prevede tra le diverse attività anche la realizzazione di un ECO-Tour della sostenibilità consumerista in particolare nell’ambito della mobilità con l’utilizzo di Bio-Bus e/o presso stazioni ferroviarie anche in funzione di partnership strategiche con aziende di rilievo nazionale ed internazionale come Trenitalia ed ENI. L’ECO-Tour promuoverà i principi dell’economia circolare quali il recupero, la riparazione e il riuso dei materiali attraverso la sensibilizzazione dei cittadini durante gli incontri territoriali organizzati durante le tappe del Bio-bus in almeno 40 città di tutte le regioni italiane: eventi che a livello locale coinvolgeranno in primo luogo i cittadini a partire dai più giovani, le amministrazioni locali, le autorità, gli Enti del terzo settore e i partner dell’iniziativa.

Nell’ambito del Tour, per accrescere l’interesse e la partecipazione dei più giovani, saranno ideate e realizzate attività ludiche tese a favorire la cultura del riuso e di uno sviluppo sostenibile (ad es. sarà organizzata una raccolta di plastica con il coinvolgimento di giovani/studenti da conferire durante le tappe del Bio-bus con la donazione di alberi in rapporto ai chili di plastica raccolta e l’impegno, in collaborazione con l’amministrazione locale, alla loro piantumazione; raccolta/donazione di RAEE/abiti e materiali usati per una loro rigenerazioni/riutilizzo-riciclo in collaborazione con associazioni/istituti scolastici professionali). Alcune tappe dell’eco-tour saranno raccontate anche grazie alla partecipazione agli eventi dell’emittente televisiva 7GOLD, che sarà presente in loco per dare risonanza all’iniziativa e ai suoi protagonisti e che predisporrà una rubrica dedicata all’ECO Tour.

La Manifestazione/Evento di lancio del progetto “Ricomincio da tRe” si terrà al Museo Nazionale delle Ferrovie di Pietrarsa (NA), dove saranno previsti dibattiti, interviste a cura di giornalisti esperti, talk e faccia a faccia, Testimonial e storytelling di Best practice per promuovere e analizzare la cultura del ‘circular’. Al termine della manifestazione/evento prenderà avvio l’Eco Tour che proprio al Museo di Pietrarsa registrerà la sua prima tappa.
Le tappe di Casa del Consumatore saranno a:
Lodi
Venezia
Pescara
Cagliari

Si attuerà poi una raccolta di adesioni alla Carta del Consumo Circolare e al Manifesto della Sostenibilità Consumerista, produzione/ri-produzione, nell’ottica del riuso, di contenuti per la realizzazione di materiali informativi sulle diverse tematiche affrontate nell’iniziativa congiunta, dall’economia circolare all’educazione finanziaria e digitale sino al risparmio ed efficienza energetica. Le 10 associazioni promotrici metteranno a sistema le diverse competenze ed expertise creando/ri-usando dei materiali accattivanti e di facile lettura con un’unica impostazione grafica che saranno diffusi online e/o in formato stampati laddove utili a facilitare i consumatori meno digitalizzati, in occasione degli eventi in presenza.

 

LINEA DI ATTIVITÀ B – ATTIVITÀ ISTITUZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI CUI ALL’ART. 137 DEL CODICE DEL CONSUMO FINALIZZATA ALLA TUTELA DEI CONSUMATORI

Anche grazie a precedenti iniziative finanziate, l’Associazione dispone oggi dei seguenti strumenti per offrire assistenza ai consumatori e per monitorare l’attività svolta dagli sportelli coinvolti in specifiche attività e progetti di rilevanza nazionale.
Gestionale pratiche: consente agli sportelli di gestire scadenze e adempimenti per le pratiche aperte, in gestione e chiuse.
Report mensili: gli sportelli inseriscono mensilmente un report con indicazione della tipologia di assistenza fornita, delle materie, del numero di accessi e del numero di contatti.
Assistente online: sul sito di Casa del Consumatore è disponibile un assistente virtuale che fornisce prime risposte e mette in contatto i consumatori con la sede regionale competente.
Richieste di assistenza online: sul sito casadelconsumatore.it è disponibile un sistema di richiesta di assistenza gratuito che pone direttamente in contatto il consumatore con la sede regionale competente o con il conciliatore competente per materia; 
ShoppingVerify: con il nuovo sistema di invio reclami nell’ultimo anno sono stati inviati circa 700 reclami; ciascuno di essi è stato controllato nei contenuti e inviato a cura dell’associazione.

Tutti gli strumenti di cui sopra hanno continuato ad essere operativi anche per l’anno 2023, grazie al lavoro svolto dai dipendenti e volontari dell’Associazione e tutte le attività e gli strumenti sopradescritti continueranno per tutta la durata del nuovo progetto, in continuità con quanto già svolto e per rispondere alle richieste di informazione, assistenza, formazione ed educazione dei consumatori sulle tematiche consumeristiche.

Al fine di informare e formare i consumatori anche nel corso del 2023, in prosecuzione con il precedente progetto, sono stati organizzati dei webinar e redatti articoli informativi sul Blog del Consumatore, all’interno del TGCom24; inoltre è continuata e continuerà per tutta la durata del progetto, la campagna social per fornire informazione, assistenza, formazione ed educazione ai consumatori sulle tematiche consumeristiche.

INIZIATIVA CONGIUNTA
In continuità con la volontà da parte di collaborare attivamente anche rispetto alla linea B di intervento inerente le attività istituzionali le 10 associazioni promotrici hanno articolato un piano di intervento congiunto e coordinato che metta in rete tutte le competenze e la vasta rete territoriale di cui dispongono le realtà associative aderenti.
In tale contesto motivazionale nasce e si sviluppa il seguente piano di collaborazione tra le 10 Associazioni:

Azione 1 FORMAZIONE – Si prevede la realizzazione di un piano formativo congiunto articolato in n. 10 moduli tematici riguardanti i principali temi consumeristici di attualità ed interesse dei consumatori rispetto all’attività di assistenza erogata dalle sezioni/sportelli locali delle Associazioni (a titolo esemplificativo banche, assicurazioni, trasporti e turismo, energia elettrica-gas-idrico-rifiuti, TLC e pay tv, PCS, ecc.) di n. 2 ore cadauno realizzati su piattaforma digitale al fine di consentire la massima partecipazione estesa a tutto il contesto nazionale e che consegue tre prioritari obiettivi:
1. migliorare le performance degli sportelli territoriali delle associazioni che forniscono quotidianamente assistenza ai consumatori
2. favorire la standardizzazione di modelli formativi ed informativi e la creazione di una unitarietà di pensiero tra le associazioni partecipanti
3. Potenziare l’efficacia delle migliori professionalità in seno alle associazioni partecipanti mettendole in rete al fine di elevare lo standard qualitativo della formazione erogata

Azione 2 EDUCAZIONE A FAVORE DEI CONSUMATORI/UTENTI
Al fine di supportare efficacemente l’azione informativa ed educativa sia a livello nazionale che locale si prevede la realizzazione di contributi tematici sintetici elaborati dagli esperti delle associazioni partecipanti secondo standard espositivi che favoriscano la divulgazione e ne amplifichino l’efficacia comunicativa rispetto ai destinatari. A titolo esemplificativo si potrà prevedere la realizzazione di:
1. brevi videoregistrazioni e/o Podcast a cura di esperti del settore che abbiano forte rispondenza con le attività di front office e/o di risoluzione delle principali controversie e collegati ai temi formativi;
2. Schede informative di sintesi con schematica individuazione dei temi regolatori, normativi, operativi di maggiore interesse e di facile consultazione per gli operatori di sportello;
3. FAQ di esemplificazione delle tematiche e delle casistiche frequenti e di maggiore interesse sempre ricondotte ai temi formativi affrontati.

Azione 3 INFORMAZIONE ED ASSISTENZA
Si intende consolidare il percorso di eccellenza degli sportelli “qualità” in rete avviata lo scorso anno mantenendo l’impianto realizzato attraverso il quale le associazioni firmatarie assumono in piena trasparenza l’impegno di standardizzare verso l’alto il servizio di informazione, assistenza e consulenza erogato ai consumatori sull’intero territorio nazionale sia attraverso gli sportelli fisici che quelli da remoto attraverso la definizione di standard qualitativi condivisi esplicitamente e indicati nella ‘Carta dei Servizi’. In considerazione dell’ampliata collaborazione con le aacc partner la rete degli sportelli qualità sarà potenziata arrivando a coprire in totale n. 40 sportelli.

 

Progetto realizzato con il finanziamento MIMIT –  D.M. 6/5/2022 art. 5